Homepage
Cartografia
F.A.Q.
<'% If Session("blnIsUserGood") = False or IsNull(Session("blnIsUserGood")) = True then %>
 
<'% else %>
 
<'% end if %>

TIRRENO BRENNERO S.r.l. in liquidazione

P.Iva e CF 03092730153
Sede: Via Vittorio Veneto 28
c/o CCIAA La Spezia

Registro delle Imprese di La Spezia 03092730153
REA SP 110108
SocietÓ in liquidazione
Capitale sociale Euro 386.782,00 interamente versato


Privacy Policy

AUTOSTRADA A22 BRENNERO-VERONA-MODENA

angolo inquadramento geologico




 
 
DATI GENERALI
Descrizione  

Il tracciato autostradale inizia dal Confine di Stato con l’Austria posto presso il Passo del Brennero ed attraversa longitudinalmente prima il Trentino Alto Adige, quindi la Pianura Padana. Il tratto lombardo, interamente in provincia di Mantova, è lungo km 37,800, dal confine regionale con il Veneto presso Canedole (MN), a quello con l’Emilia Romagna a Reggiolo (RE). Complessivamente il tracciato autostradale misura 314 chilometri. Lungo il suo sviluppo interseca altre infrastrutture autostradali: la A4 a Verona ,e la A1 a Modena. Il percorso si presenta ricco di curve e pendenze, e caratterizzato da numerose gallerie e viadotti fino a Bolzano. A Sud del capoluogo altoatesino il tracciato è pianeggiante e privo di rilievi altimetrici, con una breve galleria nei pressi di Trento. L’autostrada Brennero - Modena è interamente a due corsie, in entrambi i sensi di marcia.
I ponti e i viadotti su cui corre l'autostrada sono 101, per una complessiva lunghezza di 32,8 chilometri. La viabilità intersecata ha comportato la costruzione di 260 sovrappassi, sottopassi e ponti, per una lunghezza totale di 12,8 chilometri. Le gallerie unidirezionali sono 29, per una lunghezza complessiva di 12,230 chilometri.
A completamento della struttura viaria sono state costruite attualmente 21 stazioni di entrata e uscita, dislocate sul territorio tenendo conto anche dei desideri espressi dalle autorità provinciali e comunali competenti. Inoltre, fin dalla costruzione, in base all'apertura al traffico dei vari tratti, sono stati istituiti 6 Centri di Servizio per la sicurezza Autostradale (C.S.A.), preposti al pronto intervento, alla conservazione del sicurvia, della segnaletica, delle reti di recinzione, del verde e ad altre opere di manutenzione ordinaria.

Il traffico risulta essere intenso durante tutto l'arco dell'anno, con una media di 93633 veicoli giornalieri nel corso del 2000, dei quali circa il 29% è costituito da traffico pesante. I dati di traffico presentano picchi notevoli nel corso dei mesi estivi, per l'afflusso di turisti stranieri dal Nord Europa.
Dal 1994 al 2000 il traffico totale (riportato nella tabella) è aumentato del 24,9%.

Inquadramento geografico inquadramento geologico
   
Torna indietro